Page 120 - I Giardini dei Devoti Vol 1 & 2

Basic HTML Version

120
via giusta, ponetevi nel giusto mezzo, rasserenatevi, e chiedete soccorso
all’aurora ed al crepuscolo, ed un poco della notte».
68
Lo ha trasmesso Al-Bukhârî.
145b. In una sua versione :
«Seguite la via giusta, ponetevi nel giusto mezzo, venite all’aurora e al
crepuscolo. La via mediana, arrivate alla via mediana»
146 "
ﻦﻋﻭ
ﺲﻧﺃ
ﹺﻲﺿﺭ
ﻪﱠﻠﻟﺍ
ﻪﻨﻋ
ﻝﺎﻗ
:
ﻞﺧﺩ
ﱯﻨﻟﺍ
ﻰﱠﻠﺻ
ﻪﱠﻠﻟﺍ
ﻪﻴﹶﻠﻋ
ﻢﱠﻠﺳﻭ
ﺪﺠﺴﳌﺍ
ﺍﺫﺈﻓ
ﻞﺒﺣ
ﺩﻭﺪﳑ
ﲔﺑ
،ﲔﺘﻳﺭﺎﺴﻟﺍ
ﻝﺎﻘﻓ
: <
ﺎﻣ
ﺍﺬﻫ
ﳊﺍ
؟ﻞﺒ
>
ﺍﻮﻟﺎﻗ
:
ﺍﺬﻫ
ﻞﺒﺣ
ﺐﻨﻳﺰﻟ
ﺍﺫﺈﻓ
ﺕﺮﺘﻓ
ﺖﻘﻠﻌﺗ
ﻪﺑ
.
ﻝﺎﻘﻓ
ﱯﻨﻟﺍ
ﻰﱠﻠﺻ
ﻪﱠﻠﻟﺍ
ﻪﻴﹶﻠﻋ
ﻢﱠﻠﺳﻭ
: <
،ﻩﻮﻠﺣ
ﻞﺼﻴﻟ
ﻢﻛﺪﺣﺃ
ﻪﻃﺎﺸﻧ
ﺍﺫﺈﻓ
ﺮﺘﻓ
ﺪﻗﲑﻠﻓ
>
ﻖﹶﻔﺘﻣ
ﻪﻴﹶﻠﻋ
.
146. Da Anas – che Allah sia soddisfatto di lui.
Il Profeta (pace e benedizioni di Allah su di lui) entrò nella moschea, ed ecco
che c’era una fune, tesa tra le due colonne. Chiese: « Perché questa fune?»;
«Questa fune è di Zaynab – risposero – quand’è stanca, ci si attacca». Il
Profeta (pace e benedizioni di Allah su di lui) replicò: «Slegatela : ciascuno di
voi preghi quando è in forze, e quand’è stanco, smetta».
147 "
ﻦﻋﻭ
ﺔﺸﺋﺎﻋ
ﹺﻲﺿﺭ
ﻪﱠﻠﻟﺍ
ﺎﻬﻨﻋ
ﻥﺃ
ﻝﻮﺳﺭ
ﻪﱠﻠﻟﺍ
ﻰﱠﻠﺻ
ﻪﱠﻠﻟﺍ
ﻪﻴﹶﻠﻋ
ﻢﱠﻠﺳﻭ
ﻝﺎﻗ
: <
ﺍﺫﺇ
ﺲﻌﻧ
ﻢﻛﺪﺣﺃ
ﻮﻫﻭ
ﻲﻠﺼﻳ
ﺪﻗﲑﻠﻓ
ﱴﺣ
ﺐﻫﺬﻳ
ﻪﻨﻋ
؛ﻡﻮﻨﻟﺍ
ﻥﺈﻓ
ﻢﻛﺪﺣﺃ
ﺍﺫﺇ
ﻰﻠﺻ
ﻮﻫﻭ
ﺲﻋﺎﻧ
ﻱﺭﺪﻳ
ﻪﻠﻌﻟ
ﺐﻫﺬﻳ
ﻐﺘﺴﻳ
ﺮﻔ
ﺐﺴﻴﻓ
ﻪﺴﻔﻧ
>
ﻖﹶﻔﺘﻣ
ﻪﻴﹶﻠﻋ
147. Da °Â’isha – che Allah sia soddisfatto di lei.
Il Messaggero di Allah (pace e benedizioni di Allah su di lui) disse: «Se uno di
voi è assonnato mentre sta pregando, smetta fino a che non gli passi il sonno;
infatti, se uno di voi fa la salât mentre è assonnato, non sa, e può darsi che stia
a chiedere perdono, come a far torto all’anima sua».
Al-Bukhârî e Muslim concordano.
67
Nda :
ad-Dîn
: messa al nominativo, a differenza di quel che prevede il suo sogetto;
trasmessa anche all’accusativo. È stato trasmesso : «Nessuno renderà dura la religione», con il
detto del Profeta (pace e benedizioni di Allah su di lui) «senza che la religione lo soverchi»; e
la debolezza di colui che la rende dura deriva dalla resistenza della religione nella pluralità
delle sue vie.
68
Nda:
dalaja
: la fine della notte. Si tratta di una metafora e di un’immagine, il cui senso è:
chiedete soccorso all’obbedienza ad Allah Potente e Glorioso, attraverso le opere compiute, al
tempo della vostra buona disposizione e larghezza di cuore, sicché troviate gradevole il culto,
e non lo prendiate a uggia, e conseguirete il vostro intento allo stesso modo del viaggiatore
accorto, che procede in certi tempi, e riposa, egli e la sua cavalcatura, in altri, e raggiunge la
sua meta senza pena. E Allah ne sa di più.