Page 27 - I Giardini dei Devoti Vol 1 & 2

Basic HTML Version

27
benedizioni di Allah su di lui) fece questa spedizione nella stagione in cui i
frutti diventano buoni, e gradevole l'ombra delle loro piante, ed io ero incline a
godermeli. Il Messaggero di Allah (pace e benedizioni di Allah su di lui) si
preparò alla spedizione, e i Musulmani con lui, ed io cominciai a muovermi il
mattino, per prepararmi con lui; ma me ne tornavo indietro e non concludevo
nulla; e mi dicevo: "Sono in grado di farlo quando lo voglia"; e questo stato di
cose non smise di continuare, per tutto il tempo in cui gli altri continuavano a
darsi da fare. Un mattino il Messaggero di Allah (pace e benedizioni di Allah
su di lui) apparve, pronto a partire, ed i Musulmani con lui, mentre io non
avevo approntato niente del mio equipaggiamento. Quindi partii anch'io, ma
tornai indietro e non combinai nulla. E questo stato di cose non smise di
continuare per me, finché gli altri non accelerarono la marcia, e la spedizione
andò avanti rapidamente. Pensai di partire e raggiungerli – l'avessi fatto! -;
ma così non fu decretato per me; e quando uscìi in mezzo alla gente, dopo
l'uscita in campagna del Messaggero di Allah (pace e benedizioni di Allah su di
lui), cominciai ad essere afflitto, non vedendo tra quelli che erano rimasti
come me altro che uomini considerati spregiativamente quali ipocriti, oppure
qualcuno che Allah Altissimo aveva scusato per il suo stato di debolezza. Il
Messaggero di Allah (pace e benedizioni di Allah su di lui) non si ricordò di me
finché non arrivò a Tabûk, e, mentre sedeva in mezzo a coloro che erano a
Tabûk, chiese: "Che fine ha fatto Ka°b ibn Mâlik?". Uno dei Banû Salama fece:
"Messaggero di Allah, lo hanno bloccato i suoi due vestiti, e lo starsene ad
ammirarsi i fianchi!"; Mu°âdh ibn Jabal lo riprese: "È cattivo quello che hai
detto; e, per Allah, Messaggero di Allah, non sappiamo sul suo conto che cose
buone". Il Messaggero di Allah (pace e benedizioni di Allah su di lui) taceva, e,
mentre stava così, vide un uomo vestito di bianco, con il quale si produsse il
miraggio: il Messaggero di Allah (pace e benedizioni di Allah su di lui) disse:
"Sìi Abû Khaythama"; ed ecco che si trattava di Abû Khaythama al-Ansârî,
colui che fece l'elemosina di un sâ'
8
di datteri secchi allorquando gli iprocriti
lo biasimarono. E quando mi arrivò la notizia che il Messaggero di Allah (pace
e benedizioni di Allah su di lui) stava ormai per tornare da Tabûk, mi ritornò
l'angoscia, e cominciai a pensare alla menzogna da dire, e mi chiedevo: "Come
mi tirerò fuori dalla sua ira, domani?" e chiesi l'aiuto di tutti quelli dei miei
che erano saggi. Ma quando si sparse la voce che era imminente il ritorno del
Messaggero di Allah (pace e benedizioni di Allah su di lui), la vana menzogna
se n'andò via da me, sicché compresi che non ne sarei mai sfuggito, e decisi di
dire la verità. Il Messaggero di Allah (pace e benedizioni di Allah su di lui) fu
di ritorno il mattino: quando ritornava da un viaggio, era solito cominciare
dalla moschea, dove elevava ad Allah due raka°ât, e quindi sedeva di fronte al
popolo. E quand'ebbe fatto ciò, gli si presentarono quelli che erano rimasti
indietro, per giustificarsi con lui, a scongiurarlo: erano più di ottanta uomini.
Egli accolse le loro pubbliche giustificazioni, riconobbe le loro ragioni, e li
perdonò, rimettendo ad Allah l'Altissimo il giudizio sul loro intimo pensiero.
Finché arrivai io, e, quando lo salutai, sorrise col sorriso della persona adirata,
e disse: "Vieni"; e venni avanti, arrivando a sedermi di fronte a lui: e mi
chiese: "Che cos'è che ti ha fatto restare indietro? Non ti eri già acquistata la
cavalcatura?"."
8
Misura di capacità per granaglie, corrispondente all'incirca a quattro mudd, che è all'incirca
quanto possono contenere le due mani.