Page 30 - I Giardini dei Devoti Vol 1 & 2

Basic HTML Version

30
e dicendomi: "Ti sia di salute il perdono che Allah ti ha accordato", finché
entrai in moschea; ed ecco che vi sedeva il Messaggero di Allah (pace e
benedizioni di Allah su di lui), la gente intorno a lui. Talha ibn °UbaydAllah
(che Allah sia soddisfatto di lui) s'alzò, affrettandosi a stringermi la mano e a
congratularsi con me; e, per Allah, nessuno dei Muhâjirîn si alzò oltre a lui. E
Ka°b non si sarebbe dimenticato di Talha".
Ka°b proseguì: "Quando salutai il Messaggero di Allah (pace e benedizioni di
Allah su di lui), egli disse, il volto illuminato dalla gioia: "Rallegrati, per il
miglior giorno che ti sia mai capitato dacché ti generò tua madre". Io chiesi:
"Ciò viene da te, oh Messaggero di Allah, oppure da Allah?". Egli (pace e
benedizioni di Allah su di lui) rispose: "Non da me, ma da Allah Potente e
Glorioso". Al Messaggero di Allah (pace e benedizioni di Allah su di lui),
quand'era lieto, s'illuminava il volto, al punto da essere simile ad una porzione
di luna; noi, questo, lo sapevamo; e quando sedetti innanzi a lui, dissi:
"Messaggero di Allah, è corollario del mio pentimento che mi spogli dei miei
beni e ne faccia elemosina ad Allah e al Suo Messaggero". Il Messaggero di
Allah (pace e benedizioni di Allah su di lui) replicò: "Trattieni per te una parte
dei tuoi beni: sarà meglio per te". Risposi: "Tratterrò la mia parte del bottino
di Khaybar", e continuai: "Messaggero di Allah, Allah Altissimo mi ha liberato
soltanto per la mia sincerità; ed è corollario al mio pentimento che non dirò
altro che la verità per quanto a lungo resterò in vita". E, per Allah, dacché
pronunziai queste parole davanti al Messaggero di Allah (pace e benedizioni di
Allah su di lui), non ho mai saputo di nessuno dei Musulmani di cui Allah
l'Altissimo abbia messo alla prova la sincerità, che l'abbia fatto in modo
migliore di quello con cui Allah Altissimo ha messo alla prova me; e, per Allah,
non ho mai più mentito volutamente dacché pronunciai queste parole dinanzi
al Messaggero di Allah (pace e benedizioni di Allah su di lui), fino ad oggi, e
spero che Allah Altissimo mi guarderà per quel che mi resta da vivere".
E continuò: "E Allah Altissimo fece scendere il versetto:
Allah si è volto (con favore) al Profeta, agli Emigrati e agli Ausiliari che lo
seguirono nel momento della difficoltà. Dopo che i cuori di una parte di
loro erano sul punto di perdersi, Egli accolse il loro pentimento: in verità
Egli è dolce e misericordioso nei loro confronti. Per i tre che furono
lasciati indietro, la terra nella sua vastità diventò angusta e loro stessi si
sentirono stretti e capirono che non c'è altro rifugio da Allah che in Lui
stesso. Allah accolse il loro pentimento, perché potessero pentirsi. In
verità Allah è Colui che perdona, il Misericordioso. O voi che credete,
temete Allah e state con i sinceri
(Corano IX. At-Tawba, 117-119)
Per Allah, non mi ha mai concesso Allah una grazia che sia per me maggiore,
dopo che Allah m'ebbe guidato all'Islâm, della mia sincerità nei confronti del
Messaggero di Allah (pace e benedizioni di Allah su di lui), sicché non gli
mentìi né mi perdetti, come si persero coloro che mentirono, giacché Allah
Altissimo, allorché fece scendere la Rivelazione, ha detto a coloro che mentono
le cose peggiori che abbia mai detto ad alcuno; infatti Allah Altissimo ha detto:
Quando ritornerete vi scongiureranno, (in nome di Allah), di lasciarli
stare. Allontanatevi da loro, sono sozzura e il loro rifugio sarà l'Inferno,
compenso per quello che hanno fatto. Giurano per compiacervi,;
quand'anche vi compiaceste di loro, Allah non si compiace degli ingiusti
(Corano IX. At-Tawba, 95-96)