Page 42 - I Giardini dei Devoti Vol 1 & 2

Basic HTML Version

42
attraverso i suoi due prediletti
12
, ed egli è paziente, Io lo ricompenso di quei
due con il Paradiso"."
Lo ha trasmesso Al-Bukhârî.
35 "
ﻦﻋﻭ
ﺀﺎﻄﻋ
ﻦﺑ
ﰊﺃ
ﺡﺎﺑﺭ
،ﻝﺎﻗ
ﻝﺎﻗ
ﻦﺑﺍ
ﺱﺎﺒﻋ
ﻲﺿﺭ
ﻪﱠﻠﻟﺍ
ﻪﻨﻋ
:
ﻻﺃ
ﻚﻳﺭﺃ
ﺓﺃﺮﻣﺍ
ﻦﻣ
ﻞﻫﺃ
؟ﺔﻨﳉﺍ
ﺖﻠﻘﻓ
:
ﻰﻠﺑ
.
ﻝﺎﻗ
:
ﻩﺬﻫ
ﺓﺃﺮﳌﺍ
،ﺀﺍﺩﻮﺴﻟﺍ
ﺖﺗﺃ
ﱯﻨﻟﺍ
ﻰﱠﻠﺻ
ﻪﱠﻠﻟﺍ
ﻪﻴﹶﻠﻋ
ﻢﱠﻠﺳﻭ
ﺖﻟﺎﻘﻓ
:
ﱐﺇ
ﻉﺮﺻﺃ
ﱐﺇﻭ
ﻒﺸﻜﺗﺃ
ﻉﺩﺎﻓ
ﻪﱠﻠﻟﺍ
ﱃﺎﻌﺗ
.
ﻝﺎﻗ
: <
ﻥﺇ
ﺖﺌﺷ
ﺕﱪﺻ
ﻚﻟﻭ
،ﺔﻨﳉﺍ
ﻭﻥﺇ
ﺖﺌﺷ
ﺕﻮﻋﺩ
ﻪﱠﻠﻟﺍ
ﱃﺎﻌﺗ
ﻥﺃ
ﻚﻴﻓﺎﻌﻳ
>
ﺖﻟﺎﻘﻓ
:
،ﱪﺻﺃ
ﺖﻟﺎﻘﻓ
:
ﱐﺇ
ﻒﺸﻜﺗﺃ
ﻉﺩﺎﻓ
ﻪﱠﻠﻟﺍ
ﻥﺃ
،ﻒﺸﻜﺗﺃ
ﺎﻋﺪﻓ
ﺎﳍ
.
ﻖﹼﻔﺘﻣ
ﻪﻴﹶﻠﻋ
.
35. Da °Atâ' ibn Abî Rabâh.
Ibn °Abbâs – che Allah sia soddisfatto del padre e del figlio – gli chiese: "Vuoi
che ti faccia vedere una donna che fa parte della gente del Paradiso?".
"Certamente!" risposi; disse: "Questa donna negra si recò dal Profeta (pace e
benedizioni di Allah su di lui) e disse: "Ho degli attacchi di epilessia, e poi mi
ritrovo scoperta: prega Allah l'Altissimo per me". Egli (pace e benedizioni di
Allah su di lui) disse: "Se vuoi, sìi paziente, e per te ci sarà il Paradiso; oppure,
se vuoi pregherò Allah l'Altissimo perché ti risani". E lei decise: "Che io sia
paziente"; poi aggiunse: "Io però mi ritrovo scoperta: prega Allah che non mi
ritrovi scoperta". Ed egli (pace e benedizioni di Allah su di lui) pregò per lei".
Al-Bukhârî e Muslim concordano.
36 "
ﻦﻋﻭ
ﰊﺃ
ﺪﺒﻋ
ﻦﲪﺮﻟﺍ
ﺪﺒﻋ
ﻪﱠﻠﻟﺍ
ﻦﺑ
ﺩﻮﻌﺴﻣ
ﻲﺿﺭ
ﻪﱠﻠﻟﺍ
ﻪﻨﻋ
ﻝﺎﻗ
:
ﱐﺄﻛ
ﺮﻈﻧﺃ
ﻰﹶﻟﹺﺇ
ﻝﻮﺳﺭ
ﻪﱠﻠﻟﺍ
ﻰﱠﻠﺻ
ﻪﱠﻠﻟﺍ
ﻪﻴﹶﻠﻋ
ﻢﱠﻠﺳﻭ
ﻲﻜﳛ
ﺎﻴﺒﻧ
ﻦﻣ
ﺀﺎﻴﺒﻧﻷﺍ
ﺕﺍﻮﻠﺻ
ﻪﱠﻠﻟﺍ
ﻪﻣﻼﺳﻭ
ﻢﻬﻴﻠﻋ
ﻪﺑﺮﺿ
ﻪﻣﻮﻗ
ﻩﻮﻣﺩﺄﻓ
ﻮﻫﻭ
ﺢﺴﳝ
ﻡﺪﻟﺍ
ﻦﻋ
ﻪﻬﺟﻭ
ﻝﻮﻘﻳﻭ
: <
ﻢﻬﱠﻠﻟﺍ
ﺮﻔﻏﺍ
ﻲﻣﻮﻘﻟ
ﻢﺈﻓ
ﻥﻮﻤﻠﻌﻳ
>
ﻖﹼﻔﺘﻣ
ﻪﻴﹶﻠﻋ
.
36. Da Abû °Abd ar-Rahmân °AbdAllah ibn Mas°ûd (che Allah sia soddisfatto
di lui):
È come se vedessi ancora adesso il Messaggero di Allah (pace e benedizioni di
Allah su di lui) raccontare di uno dei Profeti (li benedica Allah e dia loro la
pace) che il suo popolo percosse fino a farlo sanguinare, ed egli si asciugava
colla mano il sangue dal volto, dicendo: "Mio Dio, perdona al mio popolo,
perché essi non sanno"
12
Si intende: "i suoi occhi", ossia: quando lo faccio divenire cieco